lunedì 16 luglio 2012

Come fotografare i bambini - qualche consiglio

Fotografare i bambini è la cosa più impegnativa e difficile che ci sia.

Non stanno mai fermi, corrono, saltano, un minuto sono seduti e due secondi dopo si stanno arrampicando da qualche parte. Inoltre sono soggetti altamente NON-COLLABORATIVI, cioè non eseguono quello che vorremmo facessero. Convenite? Convenite.

Però quanta soddisfazione proviamo quando uno scatto è davvero bello?

Ecco quello scatto ricompensa di tutte le frustrazioni e dà una carica, motivazione e energia per ributtarsi di nuovo nell’impresa!

Premetto che non posso definirmi un’esperta di fotografia di bambini, sono ancora all’inizio di un lungo percorso, ma cerco di migliorare e imparare ogni giorno un po’, leggendo e soprattutto scattando, scattando, scattando, sbagliando e scattando.

Questi sono solo alcuni consigli che mi vengono di getto. 

1. Abbassatevi
Il primo consiglio che mi sento di dare è: mettetevi alla loro altezza!
I bimbi, si sa, sono piccoli (Uhhh! ho scoperto l’acqua calda) e mettersi alla loro altezza vuole dire piegarsi, inginocchiarsi, stendersi per terra a seconda dell’età del bimbo.
Spesso fotografando le mie figlie mi alzo con le ginocchia tumefatte, nere se ho pantaloni bianchi, bianche se ho i pantaloni neri.
Le foto prese dall’alto sono belle, ma ancora più belle è avere una foto in cui il bambino guarda dritto verso l’obiettivo senza tirare il collo!

2. Sfondo
Cercate uno sfondo il più “omogeneo” possibile, sgombro da oggetti, caos, giochi. Se siete in cameretta mettete un po’ in ordine (a meno che non vogliate avere proprio un ricordo del caos che fa il vostro bimbo). Se siete al parco posizionate il bimbo davanti ad un cespuglio, un’aiuola, vicino ad un albero, però fate attenzione che non ci siano alberi che spuntano dalla testa del bambino!

3. Avvicinatevi
Se non riuscite ad avere uno sfondo pulito, avvicinatevi e puntate sui dettagli, non preoccupatevi di “tagliare” un po’ la testa! Lasciate che il soggetto Riempia la fotografia e che non si perda in mezzo al caos. 

4. Contatto visivo
Anche se il contatto visivo è quello a cui aspirano tutti i fotografi, non occorre che il bambino guardi sempre l’obiettivo. Le foto possono essere bellissime anche se il bimbo è intento a guardare dell’altro.



5. Giocate
Evitate di dire “Sorridi!”, “Dì Cheese”, guarda di qua, mettiti così mettiti cosà. in questo modo otterrete solo dei sorrisi finti e po’ annoiati. L’espressione, lo sguardo, la luce negli occhi deve essere invece quanto più naturale possibile e soprattutto spontanea.  Fate in modo che il bambino si diverta nell’essere fotografato, che lo creda un gioco:

Proponete di fare qualcosa

Emma, prova a sentire se i fiori profumano




Fateli giocare
Emma, cosa stai combinando? Non puoi salire così sullo scivolo, vieni giù subito! E lei rideva a crepapelle perché me la stava facendo!


Cantate una canzone che sapete piacere di sicuro ai vostri bimbi e che siete sicure farà scattare un sorriso

Potete anche interagire con loro e giocare a nascondino con la macchina fotografica

6.  Osservate la luce 
Fotografate di mattina presto o al pomeriggio tardi. Il sole di mezzogiorno crea delle ombre troppo nette e decise sul volto, mentre la luce morbida del mattino e del tardo pomeriggio avvolge il soggetto in modo più delicato. Dovete proprio fotografare nelle ore più calde? Allora cercate una zona d’ombra, in questo modo eviterete anche che il soggetto strizzi gli occhi!

7.  Usate degli accessori
Portate dei giochi, palloncini, un pupazzo, una macchinina, o qualche accessorio (cappello o foulard). Date loro della frutta in mano. Vedrete come la vostra composizione ne uscirà arricchita!

8. Fate tantissime foto
Spesso in un’ora ne faccio anche 200/300, da cui poi ne traggo 8/10 di davvero belle e meritevoli d’essere stampate. Questo è il bello della tecnologia digitale, poter fotografare senza sentirsi in colpa, approfittiamone dunque! 

9. Siate pazienti. 
Anche i bambini hanno giornate in cui accettano d’essere fotografati e giorni in cui proprio non gira. Magari distraeteli un po’, mettete da parte la macchina fotografica e giocate con loro. Provate a riprendere la macchina fotografica dopo qualche minuto e se anche allora non va è inutile ostinarsi, porta solo malumore a voi e al bambino. Riproverete un altro giorno!


Spero che questi consigli vi possano essere utili!

Le vacanze sono alle porte e quale migliore occasione per riprendere al meglio i nostri bimbi?

Buoni scatti a tutti! :-) 

13 commenti:

  1. Le foto sono splendide... però posso dire che sei agevolata?? Questi due musini sono spettacolari! ;-)
    Un abbraccio!
    ROby

    RispondiElimina
  2. Complimenti! Belle foto davvero!
    Sto imparando anch'io e sicuramente potrei imparare qualcosa da te:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wisteria, grazie e benvenuta anche a te! :-D

      Elimina
  3. Si molto utili anche se io che ho una grande passione per le foto li metto spesso in atto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissime foto, complimenti!

      Elimina
    2. Grazie!!!! :-)
      ho visto le tue foto, sono bellissime!

      Elimina